Vai al contenuto principale

Servizio Job Placement del Dipartimento di Psicologia

Le pagine web del Servizio Job Placement di Psicologia sono comuni a tutti i corsi di laurea del Dipartimento.

Il Job Placement promuove tirocini di formazione e orientamento extra-curriculare (stage) e opportunità di lavoro per studenti/studentesse e neo-laureati/e del Dipartimento di Psicologia.

Il Job Placement non si occupa dei tirocini curriculari e dei tirocini pratici valutativi. Per queste informazioni contattare il Servizio Tirocini.

Per  informazioni

Referenti per l'ufficio

Dott.ssa Sabatina Guglielmi 
Dott. Andrea Jouve

Responsabile

Prof.ssa Silvia Gattino

Chi può svolgere un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage)?

I/le laureati/e del corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche possono attivare un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage) entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo

I/le laureati/e dei corsi di laurea magistrale dell’ordinamento non abilitante possono attivare un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage) entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo a condizione che non abbiano ancora conseguito l’abilitazione alla professione di psicologo/a.

I/le laureati/e dei corsi di laurea magistrale dell’ordinamento abilitante (iscritti a partire dall’AA 2023-24) non possono attivare un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage) poiché il titolo che acquisiscono è abilitante.
Il DGR 85-6277 della Regione Piemonte del 22/12/2017 (Tirocini extracurriculari e professioni ordinistiche) dispone infatti che nell’ambito delle professioni sanitarie, considerato che nel corso di studi è già previsto un tirocinio curriculare, il tirocinio extracurriculare non è ammesso quando il titolo conseguito è abilitante.

Prima di leggere le seguenti informazioni si raccomanda la lettura della sezione “Chi può svolgere lo stage”

In seguito alla pubblicazione della deliberazione della Giunta Regionale 22 dicembre 2017 n.85-6277:

Gli stage possono essere promossi dall'Università a favore di soggetti che abbiano conseguito un titolo di studio di laurea triennale o magistrale entro e non oltre i 12 mesi (si intende che la data d'inizio dello stage deve essere entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo) e che non abbiano ancora acquisito l'abilitazione alla professione di psicologo/a.

Ogni Progetto formativo deve avere una durata minima di 2 mesi e una durata massima di 6 mesi, proroghe comprese.

È corrisposta al/la tirocinante un'indennità per la partecipazione al tirocinio di importo non inferiore a 600 euro lordi mensili per un impegno massimo di 40 ore settimanali (monte ore massimo previsto). Tale importo può diminuire proporzionalmente in relazione all'impegno del/la tirocinante fino ad un minimo di 300 euro lordi per 20 ore settimanali (monte ore minimo previsto). In  ogni  caso è facoltà dei soggetti coinvolti concordare un'indennità di valore superiore ai riferimenti sopra riportati.

È inoltre importante sapere che:

  • Il/la tutor di uno stage può anche non essere uno/a psicologo/a (non si tratta del tirocinio pratico valutativo)
  • Lo stage può essere avviato candidandosi alle offerte pubblicate nel portale di Ateneo o sulla base di un contatto diretto tra azienda e laureato/a
  • Lo stage può partire in ogni momento dell'anno
  • Non è possibile attivare un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage) nella sede nella quale si sta svolgendo il tirocinio pratico valutativo. Se il tirocinio si svolge presso un'azienda diversa i due percorsi non possono superare complessivamente l'impegno orario di 40 ore settimanali.

 

Video di accompagnamento al lavoro (Università degli Studi di Torino):

In caso di infortunio del tirocinante il Soggetto ospitante deve darne comunicazione all'ufficio Job Placement.

Il/La tirocinante dovrà far pervenire tutta la documentazione necessaria (dati personali e residenza/domicilio, referti medici, relazione scritta dell'infortunio indicando il luogo e le modalità) scrivendo un'e-mail al Job Placement che provvederà poi a trasmettere tutto all'ufficio di competenza.

In caso di infortunio nel periodo di chiusura dell'ufficio, la comunicazione di infortunio deve essere inviata all'e-mail infortuni@unito.it (e in copia al Job Placement) allegando la seguente documentazione:

  • Certificato medico con la prognosi
  • Descrizione particolareggiata dell'infortunio: cosa è accduto, dove e quando
  • Recapito telefonico e e-mail della persona coinvolta

 

Ultimo aggiornamento: 17/07/2024 12:17

Location: https://www.psicologialavoro.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!