Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

 

Servizio Job Placement del Dipartimento di Psicologia

Informazioni per studenti e laureati 

Torna al job placement

Cos'e' lo stage?

Qual e' la differenza fra stage e tirocinio?

Chi puo' svolgere uno stage?

Quanto può durare uno stage?

Gli stage sono retribuiti?

Come scegliere uno stage?

Come interrompere lo stage?

Come prorogare uno stage?

Come ottenere l'attestato finale?

Cosa fare in caso di infortunio o danno arrecato a terzi durante lo stage?

Opportunità di stage per studenti/laureati disabili

 

Per la procedura per la preparazione dei documenti, se sei già in contatto con una sede, ti invitiamo a leggere la sezione Procedura per i documenti

Per informazioni sul curriculum vitae, sul colloquio, sul perché fare uno stage e per altro ancora ti invitiamo a leggere la sezione Consigli utili 


Premessa: Le informazioni contenute in queste pagine web fanno riferimento alla Delibera della Regione Piemonte. Alcune informazioni valgono anche per altre Regioni (in quanto fanno riferimento alle linee guida nazionali), ma per l'attivazione di stage non in Piemonte è consigliabile mettersi direttamente in contatto con l'ufficio scrivendo a jobplacement.psicologia@unito.it

Cos'è lo stage?

Lo stage per legge si chiama "Tirocinio formativo e di orientamento" extra-curriculare. 

I documenti di riferimento sono la convenzione e il progetto formativo. 

Le coperture assicurative (infortuni sul lavoro e responsabilità civile) sono a carico dell'Università.

L'esperienza viene certificata attraverso un attestato finale e arricchisce così il curriculum vitae.

Torna su 

Qual è la differenza tra stage e tirocinio? 

Stage e tirocinio sono percorsi diversi. Non è possibile attivare un tirocinio formativo e di orientamento extracurriculare (stage) nella sede nella quale si sta svolgendo il tirocinio professionalizzante. Se il tirocinio si svolge presso un'azienda diversa i due percorsi non possono superare complessivamente l'impegno orario di 40 ore settimanali.

Lo stage non necessita di un tutor psicologo (purché i contenuti siano collegati alla psicologia) e non ha periodi prestabiliti di partenza. Lo stage non dà crediti.

Per maggiori informazioni sui tirocini visita le pagine web dell'ufficio tirocini. 

Torna su 

Chi può svolgere uno stage ? 

 -  Gli stage possono essere promossi dall'Università a favore di soggetti che abbiano conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi (si intende che la data d'inizio dello stage deve essere entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo):

  • laurea triennale o magistrale
  • master universitari di I e II livello
  • dottorati di ricerca e titoli equipollenti

Torna su

Quanto può durare uno stage?

Durata: ogni Progetto formativo può avere durata minima di due mesi e una durata massima di 6 mesi (proroghe comprese). 
Nel caso di portatori di handicap lo stage può durare fino a 24 mesi, proroghe comprese.

Monte Ore: Il monte ore settimanale definito in giorni e orari viene proposto dall'azienda o concordato con il candidato allo stage in base alle esigenze del progetto formativo. La durata minima è di 20 ore settimanali, la durata massima di 40 ore settimanali. Gli orari devono essere rispettati per motivi assicurativi. Eventuali variazioni devono essere tempestivamente comunicate al Job Placement via e-mail.

Inizio previsto: Lo stage può partire e concludersi in ogni momento dell'anno.

E' necessario tener conto dei tempi per la redazione e firma dei documenti da parte di tutti, quindi 10-12 giorni dalla consegna delle schede raccolta dati. 

 Torna su

Gli stage sono retribuiti?

E' corrisposta al  tirocinante  un'indennità  per  la  partecipazione  al  tirocinio  di  importo  non  inferiore  a  600  euro  lordi  mensili per un impegno massimo di 40 ore settimanali (monte ore massimo previsto); tale importo può diminuire proporzionalmente in relazione all'impegno del tirocinante fino ad un minimo di 300 euro lordi per 20 ore settimanali (monte ore minimo previsto).

In ogni caso è facoltà dei soggetti coinvolti concordare un'indennità di valore superiore ai riferimenti sopra riportati.

 Dal punto di vista fiscale l'indennità corrisposta al tirocinante è considerata quale reddito assimilato a quelli di lavoro dipendente (cfr. art. 50, D.P.R. n. 917/1986 TUIR). Stante, comunque, la non configurabilità della partecipazione al tirocinio quale attività lavorativa, tale partecipazione, nonché la percezione dell'indennità, non comportano la perdita dello stato di disoccupazione eventualmente posseduto dal tirocinante.

L'indennità è erogata per intero a fronte di una partecipazione minima al tirocinio del 70% su base mensile.

Torna su

Come scegliere uno stage?

Ci sono due possibilità:

1) Candidarsi ad un'offerta pubblicata dal Job Placement

2) Proporre al Job Placement un'Azienda interessata ad avviare uno stage

E' indispensabile prima di tutto la lettura della sezione Area Aziende in particolare la parte sulle Informazioni. E' importante infatti rivolgersi alle Aziende già conoscendo le informazioni più importanti sugli stage.

Torna su 

Come interrompere lo stage?

E' possibile interrompere uno stage.

Prima di tutto devi contattare l'ufficio via e-mail o telefonicamente per spiegare le motivazioni. Questo serve al personale dell'ufficio per comprendere se durante lo stage qualcosa non si è svolto regolarmente, o se la motivazione è di altro tipo (ad esempio se hai trovato lavoro). Ti invieremo un modulo da compilare dove dichiarerai le motivazioni e la data ultima.

Per il pre-avviso non ci sono regole predefinite per legge e quindi non c'è un minimo di giorni da rispettare, ma ti consigliamo, per correttezza, di concordarlo con la sede di stage.

Se l'interruzione è avvenuta correttamente possiamo prepararti un attestato per il periodo che hai svolto (vedi indicazioni per avere l'attestato).

L'azienda deve comunicare l'interruzione dello stage al C.P.I.

E' possibile sospendere uno stage.

Il  tirocinante  ha  diritto  ad  una  sospensione  del  tirocinio  per  congedi  di  maternità  e  paternità obbligatoria  ai  sensi  della  normativa  in  vigore.  Tale  diritto  si  prevede  anche  in  caso  di  infortunio  o malattia  di  lunga  durata,  intendendosi  per  tali  quelli  che  si  protraggono  per  una  durata  pari  o superiore a 30 giorni solari per singolo evento. Il tirocinio può inoltre essere sospeso per i periodi dichiusura  aziendale  della  durata  di  almeno  15  giorni solari  consecutivi. 

Torna su

Come prorogare uno stage?

La proroga di uno stage è possibile soltanto se non si sono ancora superati i 6 mesi. Per prorogare è necessario prendere contatto con il Job Placement almeno una settimana prima della scadenza del primo periodo di stage.
Dovrà essere indicato nel progetto formativo l'integrazione delle competenze da acquisire in aggiunta a quelle precedentemente acquisite.

Come ottenere l'attestato finale?

Per gli stage avviati entro dicembre 2017:

A conclusione dello stage devi presentarci una breve relazione  (scarica la traccia della relazione) che ci consenta di fare con te un bilancio dell'esperienza condotta.

La traccia della relazione ti viene inviata via e-mail anche alla partenza dello stage insieme al registro presenze.

La relazione deve essere fatta firmare dal tutor e inviata via fax, posta, consegnata allo sportello oppure passata alla scanner e inviata via e-mail.

 Scrivi un'e-mail al Job Placement per richiedere un attestato anche a distanza di tempo dal termine dello stage. Se richiedi un attestato inviaci la relazione anche come documento word.

Per gli stage avviati da gennaio 2018:

Al termine  del  tirocinio,  sulla  base  del  Progetto formativo  e  del  Dossier  individuale del tirocinante,  è  rilasciata  al  tirocinante  un'attestazione  finale,  firmata  dal  soggetto  promotore  e  dal  soggetto  ospitante  in  conformità  al  modello  predisposto  ed  approvato  dalla  Regione.  

Ai fini del rilascio dell'Attestazione finale, il tirocinante deve avere partecipato almeno al 75% della durata prevista nel Pf.

 

Cosa fare in caso di infortunio o danno arrecato a terzi durante lo stage ?

Chi partecipa ad uno stage promosso dal Job Placement di Psicologia gode di copertura assicurativa per danni arrecati a terzi (responsabilità civile) e per danni subiti (INAIL) nel caso di invalidità permanente o di morte.

E' indispensabile che lo stagista e/o l'azienda contatti al più presto l'ufficio per comunicare l'accaduto e far avere la documentazione necessaria ad avviare la pratica.

Il tirocinante dovrà far pervenire tutta la documentazione necessaria (dati personali e residenza/domicilio, referti medici, relazione scritta dell'infortunio indicando il luogo e le modalità) scrivendo un'e-mail al Job Placement che provvederà poi a trasmettere tutto all'ufficio di competenza.

In caso di infortunio nel periodo di chiusura dell'ufficio, la comunicazione di infortunio deve essere inviata al seguente indirizzo: infortuni@unito.it allegando la seguente documentazione:

- Certificato medico con la prognosi
- Descrizione particolareggiata dell'infortunio: cosa è accduto, dove e quando
- Recapito telefonico e e-mail della persona coinvolta

Torna su

Sei uno studente/laureato disabile?

Ti invitiamo a metterti in contatto con l'ufficio studenti con disabilità e DSA per conoscere quali servizi possono attivare

Torna su

Ultimo aggiornamento: 07/06/2021 08:45