Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Ergonomia cognitiva / Cognitive ergonomics

Oggetto:

Cognitive ergonomics

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
PSI0567
Docente
Maurizio Tirassa (Titolare del corso)
Corso di studi
Psicologia del lavoro e del benessere nelle organizzazioni
Anno
2° anno
Tipologia
Fondamentale
Crediti/Valenza
10
SSD dell'attività didattica
M-PSI/06 - psicologia del lavoro e delle organizzazioni
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le conoscenze fondamentali sulle teorie e i metodi dell'ergonomia in generale e dell'ergonomia cognitiva in particolare, la consapevolezza delle relazioni che l'ergonomia cognitiva ha con le aree scientifiche circostanti, e gli strumenti per muoversi autonomamente e criticamente in questo panorama.

 The course aims to provide the students with the essential knowledge of the theories and methods of ergonomics in general and cognitive ergonomics in particular, the awareness of the relationships between cognitive ergonomics and neighbouring scientific areas, and the tools to move independently and critically in this landscape.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 Al termine del corso e della fase di studio individuale ci si aspetta che lo studente possieda:

(1) familiarità con le principali teorie sulle nozioni di artefatto e di interazione e sulle caratteristiche strutturali della mente umana che permettono la creazione e l'uso di artefatti nell'interazione con il mondo.
(2) familiarità con le principali teorie e metodologie per lo studio dell'inserimento di artefatti nella attività umane.
(3) capacità di analizzare e discutere specifici esempi empirici e applicativi.
(4) capacità di ragionare criticamente su ciascuno di questi temi.

 After completing the course and a period of individual study the student is expected to possess:

(1) familiarity with the main theories on the notions of artefact and interaction and on the structural features of the human mind which enable the creation and use of artefacts in the interaction with the world.
(2) familiarity with the main theories and methods for studying the embedding of artefacts in human activities.
(3) ability to analyse and discuss specific examples and empirical applications.
(4) ability to think critically about each of these issues.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 L'insegnamento ha una durata di 60 ore. Il metodo di lavoro consisterà sia in lezioni frontali sia in discussioni quanto più aperte e ampie possibile. Nella misura del possibile, si cercherà di avere come ospiti a singole lezioni altri ricercatori o professionisti esperti dei temi trattati. La frequenza non è obbligatoria

 The course has a duration of 60 hours. The method of work will consist of lectures and of discussions as open and wide as possible. Whenever possible, we will try to have other researchers or experts of the issues discussed guest in individual lessons. Attendance is not mandatory.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 Esame orale sui testi indicati. A seconda dell'orientamento della classe, si prenderà in considerazione la possibilità di un esonero su un programma ridotto

 Oral exam on the texts indicated. Depending on the orientation of the class, we will consider the possibility of a waiver on a reduced program.

Oggetto:

Attività di supporto

 Il mercoledì alle 15 nell'ufficio del docente (via Po, 14 – interno cortile a sinistra – II piano).

 Wednesdays at 3 PM at the professor’s office (address: via Po, 14 – inner courtyard, to the left – 2nd floor)

Oggetto:

Programma

 La vita e le attività umane sono completamente immerse in un ambiente materiale, cognitivo e sociale artificiale. L'uso di artefatti è interessante per molte ragioni: fa sorgere la domanda su quali siano le strutture cognitive e sociali che vi soggiacciono, pone interrogativi sulle culture materiali della specie umana, richiede e permette un confronto con ciò che accade nelle altre specie. Avvicinandosi allo specifico tempo presente, l'evoluzione dell'ergonomia e dell'ergonomia cognitiva ha accompagnato e accompagna da vicino quella del lavoro manuale e cognitivo e del quotidiano in genere, e si sta ora adattando alla diffusione in tutti gli ambiti della vita umana di tecnologie avanzate.

In questo insegnamento saranno dunque presentate e discusse le principali teorie e metodologie disponibili per lo studio delle nozioni di artefatto e di interazione, anche inquadrandole nei paradigmi scientifici appropriati e illustrandone le relazioni con aree scientifiche affini, nonché alcune applicazioni di tali nozioni a specifiche tipologie di caso. Saranno altresì esplorate alcune applicazioni e conseguenze dei temi delineati. Sarà discusso l'uso delle teorie come strumenti critici per osservare e comprendere le dinamiche rilevanti del mondo reale e come fonti di ispirazione per generare in esso prospettive e progettualità proprie. Lo scopo ultimo è di mettere gli studenti in grado di ragionare criticamente sulle nozioni rilevanti, di leggere e analizzare criticamente testi scientifici relativi agli argomenti trattati, e di elaborare progetti di ricerca semplici ma autonomi sui temi trattati.

 Human life and activities are fully immersed in an artificial material, cognitive and social environment. The use of artefacts is interesting for many reasons: it raises the question of what cognitive and social structures underlie it, it raises questions about the material cultures of the human species, it requires and allows a comparison with what happens in other species. Getting closer to the present time, the evolution of ergonomics and cognitive ergonomics has accompanied and closely still accompanies that of manual and cognitive labour and of everyday life in general, and is now considering the diffusion of advanced technology in every domain of human life.

Therefore, in this course we will present and discuss the main theories and methodologies for the study of the notions of artefact and interaction, also framing them in appropriate scientific paradigms and illustrating their relationships with neighbouring scientific areas, as well as some applications of these concepts to specific types of real case. We will also explore some applications and implications of the issues outlined. We will discuss the use of theories as critical tools to observe and understand the relevant dynamics of the real world and as sources of inspiration to create one's own prospects and plans within it. The ultimate goal is to put the students in the position to think critically about the relevant concepts, to critically read and analyse relevant scientific texts, and to develop their own simple but independent research projects on the topics covered.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

 1) Francesco DI NOCERA (a cura di): Ergonomia cognitiva. Carocci, 2011.

2) Donald NORMAN: La caffettiera del masochista. Giunti Barbera, 2014 [The design of everyday things. Basic Books, 2013].
3) Natasha Dow SCHÜLL: Architetture dell'azzardo. Progettare il gioco, costruire la dipendenza. Luca Sosselli Editore, 2015 [Addiction by design: Machine gambling in Las Vegas. Princeton University Press, 2012].
4) Michel FOUCAULT: Sorvegliare e punire. Nascita della prigione. Torino: Einaudi, 2014 [Surveiller et punir. Naissance de la prison. Gallimard, 1975.
5) Eventuali altri materiali interessanti (articoli scientifici o simili) saranno indicati a lezione.

 1) David BENYON: Designing interactive systems. A comprehensive guide to HCI and interaction design. Pearson, 2012.

2, 3, and 4) The original versions (or other translations) of the above books.
5) Any other interesting materials (scientific articles or the like) will be indicated during class.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 31/08/2016 10:31

Location: https://www.psicologialavoro.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!