Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Psicologia del lavoro ed ergonomia

Oggetto:

Anno accademico 2010/2011

Codice dell'attività didattica
PSI0265
Docente
Alessandra Re (Titolare del corso)
Corso di studi
Laurea magistrale in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione (D.M. 270/2004)
Anno
1° anno
Tipologia
Fondamentale
Crediti/Valenza
8
SSD dell'attività didattica
M-PSI/06 - psicologia del lavoro e delle organizzazioni
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Nel corso verranno acquisite conoscenze di base sul tema del lavoro e sui metodi di studio del lavoro.
Nella prima parte saranno definiti gli ambiti disciplinari e professionali, gli oggetti di studio, i principali approcci
teorici. Il modulo centrale, focalizzato sull’analisi del lavoro, fornisce una competenza di base nello studio dei
seguenti temi: competenza, carico cognitivo, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ed esplora l’applicazione
del sapere psicologico nei processi di progettazione.
La parte finale del corso, centrata sugli aspetti organizzativi, intende promuovere consapevolezza della
relazione tra le concezioni epistemologiche di organizzazione e le scelte metodologiche della ricerca sociale

Oggetto:

Programma

  • Prima parte: Significato e funzione psicologica del lavoro, Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, Ergonomia.
  • Seconda parte: Compiti, attività, regolazioni. La competenza, l’errore. Fatica mentale, carico di lavoro, stress. User-Centred Design, valutazioni di usabilità.
  • Terza parte: Principali concezioni di organizzazione. Metodi e tecniche per l’intervento nelle organizzazioni.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

UN MANUALE A SCELTA FRA I SEGUENTI:

 RE, A. (1995). Ergonomia per psicologi. Lavoro cognitivo e nuove tecnologie. Milano, Cortina

FALZON, P. (2004). Ergonomie. Paris, Presses Universitaires de France

GUERIN, F., LAVILLE, A., DANIELLOU, F., DURAFFOURG, J., KERGUELEN, A. (1997). Comprendre le travail pour le transformer. La pratique de l'ergonomie. Editions de l’ANACT.

 --------------------------

FABRI, T. (2010) L’organizzazione: concetti e metodi. Roma, Carocci (Introduzione, cap. 1, 2, 3 11, 12, 17)

CLOT, Y. (2006). La funzione psicologica del lavoro. Roma, Carocci.

--------------------------

Un testo a scelta

TOSI, F. (2006) Ergonomia e progetto. Milano, Franco Angeli (pagg. 1-166)

DI NOCERA, F. (2004). Che cos' è l' ergonomia cognitiva. Roma, Carocci - e FERLAZZO, F. (2005). Metodi di ergonomia cognitiva. Roma, Carocci.

CATINO, M. (2006). Da Chernobyl a Linate. Incidenti tecnologici o errori organizzativi? Milano, Mondadori.

CORBETTA P., (2003). La ricerca sociale: metodologia e tecniche. vol. I.- I paradigmi di riferimento (pp. 1-48); vol. III. Le tecniche qualitative, Bologna, Il Mulino

--------------------------

Un testo in lingua straniera è equivalente a due testi in lingua italiana.

 

Oggetto:

Note

MODALITA' D'ESAME : L’esame è orale.
Note Per gli studenti stranieri è possibile sostenere l’esame in lingua
inglese o francese

ABSTRACT: he course enables students to acquire general knowledge about work & organizational psychology and ergonomics. After definition of the main theoretical approaches, the course will focus on work analysis methods and techniques focusing on competence, workload, health and safety at work, usability evaluation
and testing. The last part focuses on the relationship of specific techniques with organizational paradigms.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 26/07/2011 14:28

Location: https://psicologialavoro.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!